Sai che esiste un latte che non è più latte?

Non piangere sul latte versato, piuttosto versati un bel bicchiere di conoscenza!

In questo articolo ti sveliamo la differenza tra latte di origine animale e le bevande di origine vegetale, con tutti i valori nutrizionali e i benefici che queste "novità" ti porteranno.

Lo sai che, per la legge, quello che hai sempre chiamato “Latte di Soia, “Latte di Riso” o “Latte di Mandorla” in realtà non è più latte? Infatti, è si può chiamare latte solo se quello di origine animale.

Il termine corretto per prodotti di origine vegetale, invece, è bevande vegetali.

Ma scopriamo insieme le differenze in termini nutrizionali:

- L'acqua è il comune denominatore per entrambi i tipi di bevande.

- Le bevande vegetali hanno mediamente meno proteine rispetto al latte.

- Le bevande vegetali sono generalmente più leggere in termini di grassi.

- Il calcio è circa un decimo rispetto al latte bovino, fanno eccezione le bevande di riso e di avena che lo pareggiano.

I motivi che spingono a trovate un’alternativa al latte sono molti, c’è chi è intollerante al lattosio, chi è allergico alle sue proteine, chi vuole tenere sotto controllo il colesterolo. O chi ne fa semplicemente una questione di gusti, qualunque sia la tua scelta, l’importante è la denominazione corretta.